La processionaria dei pini

Materiale didattico: Prof.ssa Paola Roncada

Tipica andatura delle larve di processionaria, da cui deriva il loro nomeTra le larve dei taumetopeidi, la processionaria dei pini (Thaumetopoea pityocampa) è nota e soprattutto temuta per le lesioni che può produrre con i suoi peli superficiali urticanti: questi sono sottili, appuntiti e collegati a ghiandole; penetrano facilmente nella cute, spezzandosi e provocando dolorose irritazioni. Tali peli, spesso diffusi dal vento, rendono inaccessibili intere zone boschive infestate da un gran numero di queste larve e divengono pericolosi per i bovini al pascolo.

Cause

Questi peli contengono una proteina, la traumatoproteina, che provoca la degranulazione dei mastociti con liberazione di istamina, mediatore dell’infiammazione. L’istamina aumenta la permeabilità vascolare e provoca contrazione delle fibre muscolari lisce.
Il contatto diretto con le processionarie è la causa più frequente di intossicazione nel cane; infatti il semplice fatto di giocare con le processionarie, tenendole in bocca, determina infiammazione della cavità orale.
Il solo contatto delle mucose con il contenuto dei peli urticanti è spesso sufficiente a determinare la sindrome infiammatoria; il pelo agisce però anche come una siringa, permettendo l’inoculazione del veleno e aggravando la sintomatologia.
Le segnalazioni riguardano prevalentemente i cani; il gatto non sembra invece essere interessato da questa intossicazione.

Sintomi

Nido della processionaria su un pinoI sintomi compaiono molto rapidamente, da qualche minuto a qualche ora dopo il contatto e prevedono ipersalivazione, edema linguale con ulcere, grave dispnea accompagnata da tosse, vomito e prostrazione, anoressia per la gravissima infiammazione delle mucose, soprattutto buccali e linguali. Nei casi più gravi si può arrivare a necrosi di intere porzioni di lingua.
Il contatto oculare comporta una gravissima congiuntivite. Sono inoltre segnalati disturbi ematici caratterizzati da emoglobinuria ed ematuria.

Questo sito utilizza cookie tecnici, propri e di terze parti e cookie per la visualizzazione di video embedded di YouTube.com. Continuando la navigazione del sito, si accetta la nostra cookie policy.